EuroGabba fail? Ma anche no!

francesco-gabbani-prove-eurovision-2017

Europei di calcio e Eurovision, quest’estate il Portogallo avrà qualcosa a cui brindare.

Bene, la battuta l’ho fatta, cerco di darmi un tono. Anche perché, forse, quest’anno più degli altri si sono raggiunte altissime note di simpatia tra tweet, stati su Facebook e frecciatine varie.

Eurovision2017Prima di passare al gossip, però, ricordiamoci che il nostro Ciccio Gabba si è portato a casa il premio della Sala Stampa: Occidentali’s Karma è stato il brano più votato!
Siamo felici dai, nonostante non abbiamo vinto.

Ripercorrendo la serata, non scordiamoci che la BBC Eurovision in modo “carino e coccoloso” ci ha dato degli ubriachi, cito:

“Go home Italy you’re drunk. (Oh God, we hope you’re drunk!) #Eurovision”
-BBC Eurovision

Da veri Lords, dopo aver scatenato il panico con meno di venti parole hanno deciso di rimuovere il tweet.

Come dimenticare, poi, l’incursione sul palco di un ragazzo durante l’esibizione della cantante ucraina Jamala. Jamala stava cantando il suo pezzo, quando da dietro le sue spalle è comparso un uomo avvolto in una bandiera dell’Australia. Dopo aver girato intorno alla cantante, l’uomo si è slacciato i pantaloni e ha mostrato il sedere in diretta. Non è servito molto poi alla sicurezza ucraina per tirarlo via e portarlo chissà dove…

Non sono mancate le note “politiche” durante la votazione: caro Gentiloni, dichiariamo guerra a San Marino, che miseramente ci ha dato solo tre punti; non escluderei a questo punto una riunione dell’URSS data la lobby dei voti dei paesi dell’Est; fantastica anche la solidarietà tra i paesi del Nord Europa e l’alleanza Grecia-Cipro.

Salvador Sobral of Portugal smiles as he speaks at a news conference on Saturday after winning the Eurovision Song Contest with his song "Amar Pelos Dois" in Kiev, Ukraine.

Alla fine, nonostante tutto, trionfano un brano jazz e l’interpretazione intensa e malinconica di Salvador Sobral. Sesto posto per Occidentali’s Karma, Gabbani si consola con il premio della Sala Stampa, ribadendo che comunque i suoi calzini a pois gli hanno portato di nuovo fortuna.

Un bacino alla Spagna che nonostante capello biondo e schitarrata non ha ricevuto neanche un punto dalle giurie dei 42 paesi in gara; vi siamo vicini.
Per gli altri brani niente di particolare, gusti e arrangiamenti, a mio avviso “bloccati”, verso la fine degli anni novanta.

Insomma, una festa della musica molto simpatica, da cui, battute a parte, usciamo a testa alta e forse più degli anni passati: non dimentichiamoci, infatti, che Ciccio Gabba con “Magellano“, uscito solo il 28 aprile scorso, è in testa alle classifiche di ben 13 paesi mondiali!

 

Benedetta Barone (Biba), speaker di WWM

benedetta barone