I Cigarettes After Sex stregano l’Ex Dogana

WhatsApp Image 2017-07-25 at 01.02.44

Vi è mai capitato di ascoltare per caso un artista o una band e di innamorarvene perdutamente?

Le mie aspettative stasera sono alte, forse più del solito. Forse perché parliamo di una band come si deve, che suona divinamente e il cui sound mi ha conquistato sin dal primo ascolto. Sono qui, per l’ennesima volta all’Ex Dogana ad una delle rassegne estive più varie e interessanti quale il Viteculture Festival, sotto il cielo nuvolo di Roma che sembra essersi scurito quasi a riprodurre il mood velato della musica dei Cigarettes After Sex.

Il nome già la dice lunga, è lo stesso Gonzalez – frontman della band – a dire che «Il sesso è alla base della filosofia della band. Cerco di parlarne nei miei testi in modo poetico ed onesto. E’ essenziale per ciò che sono.»

Le luci si abbassano e dopo un’apertura degna dell’headliner – i Celebration sono stati impeccabili, ad HAN purtroppo ho dedicato meno attenzione, la birra chiamava – i texani salgono sul palco. Eleganti, precisi, veri ed estremamente naturali, il pubblico è un qualcosa in più che non li distoglie da una coinvolgente e perfetta esecuzione. Mi ritrovo di fronte ad un immaginario sessuale, sensuale, onirico e a modo suo essenziale, come le copertine dei loro singoli, tutte foto di Man Ray, e quella minimalissima dell’album omonimo della band uscito nel 2017.

WhatsApp Image 2017-07-25 at 01.02.42La cosa che mi stupisce ancora una volta, è che regna il silenzio e di smartphone ce ne sono pochi. La vera magia di questo gruppo è far entrare il pubblico in un vero e proprio vortice, quasi come in un rito vodoo. Ho la pelle d’oca fino alle caviglie per almeno la prima mezz’ora e niente mi distoglie dalle melodie soffici e calde del gruppo texano. Realizzo in poco tempo che la voce di Greg Gonzalez è la mia voce maschile preferita degli ultimi vent’anni, e a prescindere dal mio gusto personale lo reputo veramente un fuoriclasse.

Arrivano anche i singoli (“Nothing is gonna hurt you baby”, “Affection”, “K.”), ma senza che io me ne accorga o ne avverta il bisogno, come invece spesso accade ad altri live. Mi trascina una sensazione simile a quella di quando si ama qualcosa o qualcuno che non si può avere.

Il pubblico risponde nel mio stesso modo: tutti sono stregati da musica e parole e fluttuano nell’aria come se fossero trasportati da un’onda dolce e lieve.

I Cigarettes After Sex live sono un vero e proprio viaggio nell’amore e nella vita, alla ricerca dei sapori e dei gusti più delicati e particolari. Forma ammaliante di etereo erotismo.

 

Benedetta Barone, speaker di WWM

benedetta barone