Un’intervista (molto) poco sobria ai Management del Dolore Post-Operatorio

Elena e Beatrice, speaker de Le Indie-geste, entrano a gamba tesa nel bel mezzo della festa di compleanno di Luca Romagnoli, voce dei Management del Dolore Post-Operatorio, che rilascia ai nostri microfoni l’intervista più “ebbra” della storia di RadioLUISS.

Ancora preso dai fumi dei festeggiamenti, Luca risponde alle domande frizzanti delle nostre speaker sui progetti futuri della band e sui loro ultimi lavori. Parla dell’ultimo concerto del 2018, che si terrà a capodanno a Lanciano, la loro città natale, e confida che il duo sta già lavorando al prossimo disco che non uscirà prima di due anni.

Io adoro suonare, adoro stare in giro. Ho il terrore del domicilio, non riesco a stare in una casa, non voglio stare in una famiglia non voglio avere dei figli. A me piace stare con voi, la mia famiglia siete voi (..) Ci sono le canzoni, il pubblico, le amanti, le ragazze e i ragazzi, le persone che mi amano. E’ bello stare insieme, io sono felice così.

Alla domanda incalzante sulle polemiche attorno al loro concerto a Lanciano, che non viene visto di buon occhio da una parte dei cittadini, Luca risponde: “Ci sentiamo un po’ come Marilyn Manson da Bonolis: in realtà faremo i bravi”.

Quali sono i momenti che ricorderanno di questo 2017? La parola d’ordine dell’ultimo disco, “Un incubo stupendo“, è stata “cambiamento”: qual è stato il cambiamento dei Management?

Elena: Il tour è iniziato a marzo, come vi sentirete quando il tour sarà finito?

Luca: Eh, io mi ammazzo

Elena: NO!

Luca: Ho calcolato il tempo di resistenza massima lontano dai palchi: è 14 giorni. Quindi voi potete immaginare due anni. Starò molto male (..) Speriamo che non m’ammazzo.

Un’insolita intervista, estremamente schietta e sincera, a Luca Romagnoli, che alza il gomito e le aspettative per il futuro dei Management del Dolore Post-Operatorio. Trasportato dall’ebrezza del festeggiamento in corso, Luca si lascia andare a confessioni intime e private, confidando a RadioLUISS i lati più belli della vita sui palchi, le paure di tornare a casa e l’amore per il suo lavoro.

Tutto lo staff di RadioLUISS augura ancora una volta tanti auguri a Luca, per il suo compleanno e il suo futuro nel mondo della musica. Luca non ti ammazzare, ti vogliamo bene anche noi, e nel frattempo ci riascoltiamo la tua intervista epica ai nostri microfoni!

 

 

 

Resta sempre aggiornato sulle attività di RadioLUISS sul nostro sito e sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.