Musica, l’àncora in tempi di crisi

Pandemia, rabbia ed incertezza sono oggi più che mai fonte di riflessione e preoccupazione nelle nostre vite. Proprio perché la musica rappresenta un punto di contatto con la nostra parte emotiva, oltre che una valvola di sfogo per artisti ed ascoltatori, questi temi si presentano popolari fra le novità musicali del momento.

Bring Me The Horizon

L’album « Post Human: Survival Horror » dei Bring Me The Horizon ne è un chiaro esempio. Il nuovo disco della band inglese, uscito oggi, è infatti un grido ad un risveglio politico nei confronti della pandemia, a cui si accenna già dal titolo. Composto da nove canzoni, tra cui un featuring con il celebre cantautore inglese Yungblud, « Post Human: Survival Horror » affronta, attraverso melodie pop-
metal
, argomenti ispirati dai notiziari di questo periodo.


L’album presenta suoni più digitali ed elettronici; la band, infatti, ha lavorato a gran parte di esso durante il lockdown, producendo quindi la maggioranza delle canzoni con l’aiuto di diversi software. Come ha raccontato il frontman Oliver Sykes in un’intervista per il giornale The Guardian, la pandemia ha causato in lui una rinascita delle ansie sofferte in passato. E come il mondo ha
cominciato ad appesantirsi, lo stesso è successo alla musica del suo gruppo.

Il rapper Izi


Analogamente, Riot è un disco in cui il rapper genovese Izi cerca di dare sfogo alla sua rabbia, attraverso una rivolta creativa. È un album estremamente ricco di featuring, di brani realizzati
insieme ad altri artisti come Fabri Fibra, Gemitaiz e Guè Pequeno.
In questo progetto, Izi cerca di esprimere il suo desiderio di libertà e la sua necessità di una ribellione (“Riot”, appunto) in grado di dargli delle risposte.
Ad ogni modo, il rapper ci tiene a precisare che con il suo lavoro non vuole assolutamente incitare alla violenza.

Al contrario, desidera invitare gli ascoltatori a sfruttare al massimo le loro capacità per migliorare la comunicazione, chiave per maturare noi stessi e la società che ci circonda, così lo fa per mezzo di tredici brani eterogenei ma dai temi comuni.


Per concludere, venerdì 30 ottobre è anche la data che segna il ritorno dei Måneskin, che hanno appena rilasciato un nuovo singolo, Vent’anni.

I Månekin

La band romana, formatasi nel 2015 e divenuta famosa nel 2017 grazie alla partecipazione di X-Factor, che gli ha permesso di firmare un contratto con la Sony Music, rappresenta la voce della generazione Z.
Con il nuovo singolo, i Maneskin raccontano infatti le emozioni contrastanti provate all’inizio dell’età adulta. Vent’anni è una ballata rock che racchiude tutte le incertezze, paure ed angosce che caratterizzano quel momento della vita, in un groviglio di pensieri volti ai giovani incerti sul proprio futuro. Il brano vuole incoraggiarli ad essere se stessi, indipendentemente dai giudizi altrui e
dall’importanza che le persone danno all’apparenza.

A cura di Matilde Mariani