L’economia dopo la vittoria di Joe Biden

Futuro roseo previsto per M&A negli Stati Uniti, ma di cosa stiamo parlando?

La prevista vittoria di Joe Biden della presidenza degli Stati Uniti e il potenziale mantenimento del controllo del Senato degli USA da parte del Partito Repubblicano potrebbero portare a una ripresa delle fusioni e acquisizioni (M&A) che hanno subito un duro colpo durante la pandemia COVID-19, hanno detto gli esperti.

Banchieri e avvocati che consigliano le aziende in materia di fusioni e acquisizioni, hanno affermato che il risultato, se confermato, è il migliore possibile per fornire l’ambiente economico e normativo stabile di cui necessitano queste negoziazioni. Ci si aspetta che Biden, il candidato del Partito Democratico, sarebbe più prevedibile del presidente repubblicano Donald Trump, e che un Senato controllato dai repubblicani frenerebbe le politiche più interventiste di Biden.

Tutte le principali reti televisive statunitensi hanno annunciato la vittoria di Biden già sabato, anche se Trump ha promesso di continuare a contestare l’esito in tribunale. Due gare di ballottaggio del Senato degli Stati Uniti in Georgia, che decideranno quale partito controllerà la camera alta del Congresso, si svolgeranno il 5 gennaio, con i repubblicani favoriti a mantenere il controllo sulla base del conteggio di questa settimana. I repubblicani che detengono una sottile maggioranza al Senato potrebbero bloccare ampie fasce dell’agenda legislativa e di spesa di Biden, così come le nomine chiave per il suo gabinetto e le agenzie governative.

Mentre l’attività M&A è aumentata nel terzo trimestre quando i dirigenti si sono affrettati a rivedere gli accordi sospesi al culmine dell’epidemia di coronavirus, il volume degli accordi a livello globale è sceso del 12% da inizio anno a 2,84 trilioni di dollari. Il volume degli accordi che coinvolgono le società statunitensi acquisite è sceso del 32% da inizio anno a $ 1,07 trilioni.

Gli esperti hanno affermato che la certezza sulla politica finanziaria e normativa sarà cruciale nei prossimi mesi per continuare le fusioni e acquisizioni, visto il diffondersi di una nuova ondata di infezioni da coronavirus negli Stati Uniti e nella maggior parte del mondo. Se i Democratici prendessero il controllo del Congresso, gli aspetti più dirompenti dell’agenda di Biden sarebbero gli aumenti delle tasse. Biden ha proposto di aumentare l’aliquota fiscale sulle plusvalenze dal 20% al 39,6% per coloro che guadagnano oltre $ 1 milione. Ciò renderebbe più costoso per i proprietari di società incassare le proprie partecipazioni.

Si prevede che il controllo delle acquisizioni cinesi di società statunitensi, che si sono intensificate sotto Trump, continuerà, hanno affermato gli esperti. Negli ultimi quattro anni, gli Stati Uniti hanno bloccato molte acquisizioni cinesi, in particolare di aziende tecnologiche statunitensi, per motivi di sicurezza nazionale e hanno persino imposto ad alcune aziende cinesi, come i proprietari delle app di social media TikTok e Grindr, di cederle.

Un settore aziendale che potrebbe essere uno dei principali beneficiari del risultato elettorale è anche l’industria petrolifera e del gas, da quello che sostengono i tecnici. I bassi prezzi dell’energia hanno alimentato un’ondata di consolidamento nella zona petrolifera nelle ultime settimane e ciò potrebbe continuare senza ostacoli, mentre i repubblicani riducono l’agenda per l’energia pulita di Biden.

A cura di Alvise Polegato