Sanremo 2021: il riassunto della prima serata

La prima serata di Sanremo 2021 (e le pagelle di Radio Luiss).

La città di Sanremo quest’anno si presenta diversa: calma e silenziosa, senza la solita confusione che normalmente contraddistingue questo periodo dell’anno. Ancora prima dell’inizio del Festival, giunge la notizia che Irama non canterà a Sanremo 2021: la sua esibizione è per ora rimandata a causa di un contagio tra i membri del suo staff.

In un Ariston completamente vuoto, il Festival inizia con Amadeus e il suo co-conduttore Fiorello, che si presenta sul palco con indosso un mantello di fiori. E per fortuna che Fiorello c’è: la sua sincera amicizia con Amadeus regala un tipo di intrattenimento sincero, non costruito, che lo rende capace di improvvisare, anche in un momento come questo.

I due presentatori introducono le nuove proposte:

Gaudiano – Polvere da Sparo

Elena Faggi – Che ne so

Avincola – Goal

Folcast – Scopriti

Arriva il primo ospite della serata: Diodato, vincitore della scorsa edizione del Festival.

Un anno dopo quello definito da Amadeus come “l’ultimo momento felice del Paese”, il cantante ripropone “Fai rumore”, il commovente brano vincitore della 70esima edizione di Sanremo. E poi il via alla gara vera e propria, aperta da Arisa con il brano “Potevi fare di più”.

Terminate le performance, solo Folcast e Gaudiano continueranno la loro gara.

Co-conduttori anche Matilda De Angelis, attrice Bolognese, che introduce Colapesce e Di Martino con “Musica Leggerissima”, e Zlatan Ibraimovic. Il calciatore è abbastanza a suo agio. Matilda dimostra di avere numerose doti, tra cui anche canore. Ha saputo reggere benissimo il palco dell’Ariston.

È la volta del terzo cantante in gara: debutta al Festival il giovane Aiello con «Ora» e si fa sentire parecchio. Il frame che lo ritrae mentre urla sul palco, è già un meme.

Ospite anche Alessia Bonari, l’infermiera protagonista della fotografia che la ritrae con il volto segnato dalla mascherina, dopo una dura giornata di lavoro in ospedale. Alessia, che indossa un delicato vestito cipria dalle spalle scoperte, ci invita a continuare ad essere prudenti per poter tornare alla normalità il prima possibile.

Alessia Bonari in Giorgio Armani

Con “Chiamami per nomeFedez e Francesca Michielin (un po’ imbarazzati), presentano un canzone che rientra nel loro stile.

Michielin in Miu Miu e Fedez in Versace

Arriva Loredana Bertè, con un look Loredana Berté: esordisce con un repertorio delle sue canzoni più famose per terminare con un playback sul suo nuovo brano “Figlia di…”.

È poi la volta di Max Gazzè; introdotto da Matilda e Zlatan, canta il brano “Il farmacista”, che presenta il suo consueto stile musicale, ma un look un po’ particolare (Leonardo Da Vinci o Silente?).

Dopo la sua esibizione, Amadeus ritaglia una parte della serata per Patrick Zaki, lo studente prigioniero in Egitto da più di un anno, augurando a lui e alla sua famiglia che gli sia restituita la libertà e la possibilità di tornare a studiare all’università di Bologna.

Dopo “Glicine” di una rilassata Noemi, che ha sostituito Irama, Fiorello canta “Se stasera sono qui”, omaggiando Luigi Tenco, artista morto proprio durante il Festival del 1967.

Noemi in Dolce e Gabbana Vintage

Poi arriva lui: la singolare esibizione di Achille Lauro, dove canta con un vistoso travestimento caratterizzato da piume rosa, capelli blu elettrico e lacrime di sangue. Dal divo di Alessandro Michele, che ogni sera presenterà un quadro diverso, ci aspettava qualcosa in più (secondo molti).

Achille Lauro in Gucci

Sono la solitudine nascosta da un costume da palcoscenico”, sono le parole con cui chiude la sua performance comunque straordinaria.

Madame, la più giovane in gara, si presenta a piedi nudi e tailleur Dior: la canzone si intitola “Voci”. Dimostra sicuramente tanta energia.

Madame in Dior

Fiorello e Matilda De Angelis si intrattengono in un piacevole duetto, poi ancora di Diodato;

La serata continua con i restanti cantanti in gara: i Maneskin con “Zitti e buoni” (e si mangiano il palco), Ghemon con “Momento perfetto” (niente rap, una calma e violacea melodia dai tratti pop), i Coma_Cose con “Fiamme negli occhi”, Annalisa con “Dieci, Renga con “Quando trovo te” (sui social molti pareri negativi), per poi chiudersi con Fasma, che presenta il brano “Parlami”.

I Maneskin in Etro

Annalisa in Blumarine

Amadeus e Fiorello danno infine appuntamento a domani, lasciando al pubblico la classifica della giura demoscopica:

13 – Aiello

12 – Ghemon

11 – Madame

10 – Coma-cose

9 – Colapesce

8 – Max Gazzè

7 – Maneskin

6 – Arisa

5 – Francesco Renga

4 – Fedez – Michielin

3 – Fasma

2 – Noemi

1 – Annalisa

Le pagelle di Radio Luiss

AIELLO – “Ora” – Voto 3

ANNALISA– “Dieci” – Voto 7

ARISA – “Potevi Fare di più” – Voto 7

COLAPESCE DIMARTINO – “Musica leggerissima” – Voto 6.5

COMA_COSE – “Fiamme negli occhi” – Voto 5

FASMA – “Parlami” – Voto 5

FRANCESCA MICHIELIN E FEDEZ – “Chiamami per nome” – Voto 6.5

FRANCESCO RENGA– “Quando trovo te” – Voto 3

GHEMON– “Momento Perfetto” – Voto 5

MADAME – “Voci” – Voto 6.5

MANESKIN– “Zitti e Buoni” – Voto 8.5

MAX GAZZÈ – “Il farmacista” – Voto 5.5

NOEMI – “Glicine” – Voto 6.5

A cura di Adele de Ponte e Matilde Mariani