VIDEO: Il confronto politico sulle elezioni di Roma alla Luiss

La campagna elettorale per il Campidoglio è ormai agli sgoccioli: i quattro candidati sono Virginia Raggi (M5s), Enrico Michetti (Centrodestra), Roberto Gualtieri (Centrosinistra) e Carlo Calenda (Azione).

In attesa delle elezioni che si terranno il 3 e 4 ottobre abbiamo avuto la possibilità di intervistare tre candidati al Consiglio Capitolino e un candidato al Consiglio Municipale, che ci hanno espresso una visione del loro progetto da Consiglieri e del proprio andidato Sindaco.

Riccardo Serino, ventisettenne candidato al IX Municipio di Roma, attivo da tempo nelle fila di Forza Italia di cui è coordinatore del settore giovanile di Roma, afferma che Enrico Michetti è la persona giusta per guidare la Capitale, in quanto persona competente e presente sul campo da tempo.

Abbiamo poi incontrato Giorgio di Pierantonio, classe ’97, ex Consigliere municipale ed alumnus Luiss. È il più giovane candidato nella lista pentastellata. Si definisce più un “tecnico” che un “politico” puro. Ha più volte ribadito nel corso della sua campagna che l’amministrazione Raggi necessita di un secondo mandato per portare a termine i progetti già iniziati: una città più green, sfruttare i fondi del Next Generation EU e ospitare Expo 2030. I temi più caldi, come Atac e Ama, secondo Di Pierantonio meritano di continuare ad essere competenza dall’uscente sindaca Raggi per essere portati al termine.

La più giovane candidata donna al Consiglio Capitolino, Flavia Restivo, anch’essa laureata alla Luiss, crede fortemente nella persona di Roberto Gualtieri, ex Ministro che ha affrontato la crisi socioeconomica durante la pandemia da Covid-19. Militante nel Partito Democratico dal 2014, Restivo mette al centro del suo progetto amministrativo temi come l’abolizione della Tampon Tax presso le farmacie comunali, l’educazione sessuale e di genere nelle scuole e il rilancio dell’accessibilità al patrimonio culturale per i giovani. 

Francesco Carpano, candidato con la lista civica “Calenda sindaco”, nonché responsabile della campagna elettorale dello stesso Calenda, ha al centro del suo programma, il decoro della città: a partire dall’installazione un termovalorizzatore, per arrivare a raddoppiare il numero di cestini sul territorio romano. Carpano critica l’amministrazione Raggi per non aver avviato la costruzione di metro e tram, cavalli di battaglia del proprio programma.

Questo è quanto hanno affermato i candidati ai microfoni di Radio Luiss e durante il confronto politico nelle aule Luiss. Non ci resta che attendere la chiusura delle, e molto probabilmente, il successivo ballottaggio, per sapere chi entrerà a far parte dell’Assemblea Capitolina e chi sarà il prossimo Sindaco di Roma.

Di Cecilia Arnesano